La borsa svizzera parte al rialzo ma in fine giornata vira

Avvio di seduta positivo per la borsa svizzera con l’indice SMI dei principali titoli che dopo i primi scambi segna un progresso dello 0,38% a 8.966,51 punti, mentre l’indice complessivo SPI avanza dello 0,20% a quota 9.152,91.

L’attenzione si è subito puntata su Swiss Re che oggi ha annunciato di aver realizzato nei primi nove mesi dell’anno un utile netto in progressione del 12% a 3,7 miliardi di dollari (3,68 miliardi di franchi), grazie in particolare ai pochi sinistri verificatisi in questo periodo. Il titolo in borsa sta guadagnando l’1,91%.
Positiva (+0,78%) sul mercato allargato anche Clariant, che nei primi tre trimestri ha quasi raddoppiato gli utili su un fatturato calato invece del 5%.

In Europa sono partite al rialzo le borse di Francoforte (Dax +0,40% a 10.873 punti) e Parigi (Cac40 +0,13% a 4.897 punti). Negativa invece Londra (Ftse100 -0,37% a 6.413 punti), mentre Milano ha aperto piatta (Ftse Mib -0,02% a 22.687 punti).
Stamane la borsa di Tokyo ha chiuso in lieve rialzo, in attesa della riunione di domani della Boj. L’indice Nikkei è avanzato dello 0,17% a 18.935,71 punti. A Wall Street il Dow Jones è salito ieri sera dell’1,13% a 17.778,65 punti, il Nasdaq è avanzato dell’1,30% a 5.095,69 punti, mentre lo S&P 500 ha messo a segno un progresso dell’1,2% a 2.090 punti.

La borsa svizzera vira in negativo con l’indice SMI dei titoli guida che in fine di mattinata segna una flessione dello 0,16% a 8’918,05 punti mentre l’indice complessivo SPI arretra dello 0,18% a quota 9’116,19.
La Fed ieri ha sorpreso gli investitori lasciando aperta la porta a un aumento dei tassi di interesse entro la fine dell’anno, ma oggi l’interesse sulla piazza zurighese si è spostato su Swiss Re, che ha annunciato sui primi nove mesi dell’anno un utile netto in progressione del 12% a 3,66 miliardi di dollari (3,68 miliardi di franchi), grazie in particolare all’assenza di grandi catastrofi naturali e allo scioglimento di accantonamenti.

Il titolo in borsa sale dello 0,38%. Senza una chiara direzione i valori difensivi: il colosso dell’alimentare Nestlé allunga leggermente il passo (+0,40%), ma cedono terreno i farmaceutici Novartis (-0,39%) e Roche (-0,52). Deboli pure i finanziari: UBS scende dello 0,60%, Credit Suisse dello 0,48% e Julius Bär dello 0,29%.
Numerose le aziende quotate sul mercato allargato che hanno presentato stamane i risultati trimestrali: tra queste Clariant (+0,06%), Sika (+0,72%), Straumann (invariata) e Molecular Partners (+0,44%).

Giornata di ribassi in Borsa

Borse in calo, Poste Italiane si sgonfia dopo un buon avvio. CTz per la prima volta negativi. Per i mercati azionari europei giornata di ribassi. Lo sguardo è ormai puntato alle decisioni delle Banche centrali e soprattutto alla riunione della Federal Reserve che è iniziata questo pomeriggio per concludersi domani sera. In calo nelle prime battute, l’indice Ftse Mib si è poi riportato in terreno positivo per poi cedere di nuovo sul finale e chiudere a -1,15%, in linea con gli altri listini del Vecchio Continente.

L’andamento debole di Wall Street non ha certo aiutato. Infatti a fine giornata, il Dow Jones ha perso lo 0,23% a 17.582,36 punti, il Nasdaq ha ceduto lo 0,09% a 5.030,14 punti mentre lo S&P 500 ha lasciato sul terreno lo 0,3% a 2.066 punti. Lo spread BTp-Bund è leggermente salito a 100 punti base, anche se il rendimento del decennale italiano è sceso all’1,44%. L’euro si è mantenuto sopra 1,10 dollari (cambio euro/dollaro e convertitore di valuta).

Da segnalare il debutto in rialzo per Poste Italiane aveva debuttato in rialzo
, (+2%) a 6,9 euro, ma oggi ha subito una frenata e ha chiuso sotto al prezzo di collocamento di 6,75 euro (6,7 euro, -0,74%). Molto sostenuti gli scambi: nella prima giornata sono passate di mano oltre 100 milioni di azioni, pari all’8% del capitale. «Questa giornata è la dimostrazione che in Italia le cose si possono fare per bene». Con queste parole l’amministratore delegato delle Poste italiane, Francesco Caio, ha celebrato il debutto della società a Piazza Affari. «Ho la grandissima sensazione – ha detto – di avere condotto una squadra che ha lavorato con entusiasmo. È un passaggio storico importante per il gruppo e mi auguro anche per il Paese».

A Wall Street, nel frattempo, Ferrari è riuscita ad evitare di chiudere quella che sarebbe stata la sua prima seduta dal suo sbarco a Wall Street, il 21 ottobre scorso, sotto il prezzo di Ipo che era stato fissato a 52 dollari. Il titolo del Cavallino rampante ha perso il 2,13% a 53,85 dollari ma nel durante era arrivato a cedere l’11%. Le azioni del gruppo di Maranello avevano incominciato gli scambi al New York Stock Exchange mercoledi’ scorso con il turbo segnando in apertura un +15% a 60 dollari. La prima settimana, seppur corta sulla Borsa americana, era finita in aumento dell’8,4% circa. Inevitabili le mosse delle Banche centrali a mantenere il centro dell’attenzione in questi giorni. Il board della Fed, in particolare, torna a riunirsi a poco più di un mese di distanza dall’incontro che ha sancito il rinvio dell’atteso rialzo dei tassi. Difficile, secondo gli analisti, che Washington decida di agire anche in questa occasione, ma la conferenza stampa di domani sera sarà sicuramente seguita con il massimo dell’attenzione perché Janet Yellen potrebbe fornire indicazioni preziose per l’appuntamento successivo di dicembre.

In Europa, tassi negativi in asta
. Il Tesoro italiano ha collocato 1,75 miliardi di CTz a un tasso pari a -0,023%: è la prima volta nella storia che un titolo di questa scadenza (2 anni) viene emesso a tasso negativo. «La prospettiva di un taglio del tasso sui depositi da parte della Bce in un contesto di crescente liquidità favorisce i titoli a breve termine della “periferia” d’Europa», sottolineano gli analisti di UniCredit Research.
Anche l’economia USA è in rallentamento, infatti sul piano macroeconomico dagli Usa continuano a giungere notizie poco incoraggianti: gli ordini di beni durevoli sono scesi a settembre per il sesto mese consecutivo (-1,2%, meno delle attese ma c’è da tenere in conto anche la revisione al ribasso del dato di agosto), in calo anche l’indicatore di fiducia dei consumatori del Conference Board (97,6 punti a ottobre) e l’indice Pmi dei servizi (54,4 in ottobre). L’indice Case-Shiller sui prezzi delle abitazioni è invece salito del 5,1% in agosto come era nelle previsioni.

Tutti i segreti della Borsa virtuale

borsa virtuale guidaAvete mai sentito parlare di Borsa virtuale? Chi non sa cosa sia la Borsa virtuale può leggere http://www.mercati24.com/borsa-virtuale-guida/ che contiene la guida più completa alla Borsa virtuale in lingua italiana.

Nell’ultimo post abbiamo parlato di quanto importante è investire in Borsa usando gli strumenti giusti e le piattaforme giuste. Alla fine del post abbiamo anche accennato al fatto che per imparare a guadagnare con la Borsa è necessario anche studiare e impegnarsi. Studiare però significa anche applicare direttamente i concetti che via via si apprendono. Che cosa dovrebbe fare quindi un aspirante trader di Borsa? Trova una buona guida alla Borsa, studiare, dedicare tempo ad assimilare i concetti e soprattutto applicarli.

Ecco, qui ci possiamo porre una domanda interessante: come si fa a mettere in pratica la teoria? Se si usano le piattaforme di trading è possibile farlo in modo egregio ma c’è il rischio di perdere soldi perché il trading in Borsa è sempre rischioso (anche se molto meno di quello che comunemente si pensa). E allora? Allora la soluzione può essere costuita proprio dalla Borsa Virtuale.

Le piattaforme di trading virtuali in Borsa garantiscono la possibilità di operare sul mercato borsistico assolutamente senza rischi, in modo affidabile e con software in tutto e per tutto uguali a quelli che si utilizzano per operare in Borsa con soldi veri. Ovviamente non tutte le piattaforme sono uguali e bisogna fare un distinguo. Per dire, la piattaforma di Borsa Virtuale messa a disposizione da Borsa Italiana è poco meno di un gioco pieno di malfunzionamenti e lontanissima dalla realtà del trading in Borsa.

Le piattaforme messe a disposizione dai migliori broker sono invece di solito estremamente affidabili e consentono di operare in Borsa con la stessa facilità e la stessa tecnica che si può utilizzare quando si fa trading in Borsa con i soldi veri.

Molte delle migliori guide alla Borsa virtuale contengono idee interessanti per operare in modo virtuale sui mercati finanziari. Una delle idee più intelligenti di tutte è che in effetti la Borsa virtuale non è così buona per imparare a fare trading. Può sembrare sconvolgente, ma come molti dei nostri lettori probabilmente già sapranno, i soldi nel trading on line si guadagnano quando si è in grado di dominare la propria psicologia non quando si conoscono bene i mercati.

Ebbene, con la Borsa virtuale si può forse imparare ad applicare qualche tecnica ma non si fanno grossi progressi nel dominare le emozioni. Anzi, in effetti non si fa nessun progresso e si rischia anche di abituarsi all’ambiente ovattato e niente affatto stressante della Borsa Virtaule. La Borsa vera, quella dove si può guadagnare ma anche perdere, è tutta un’altra cosa.

Ecco perché tutte le principali guide alla Borsa Virtuale invitano a non esagerare con il trading virtuale: la cosa migliore da fare è fare trading reale, prima possibile. Inizialmente può essere consigliabile di investire piccole cifre per poi aumentare, a poco a poco, l’ammontare delle somme investite in Borsa.

Investire in Borsa: conviene?

investire in borsaSu Forex06, di solito, ci occupiamo di trading nel mercato forex. Oggi però vogliamo iniziare a esplorare un nuovo mercato: la Borsa. Ovviamente la maggior parte dei trader sul forex sono anche interessati alla Borsa e le migliori piattaforme forex italiane danno la possibilità di investire in Borsa esattamente come nel forex.

Investire in Borsa conviene più o meno rispetto al forex?

La risposta è, come spesso accade, dipende. Perché investire in Borsa può generare profitti immensi ma può anche causare perdite, esattamente come avviene quando si investe nel mercato forex. Tutte le migliori piattaforme forex italiane garantiscono anche la possibilità di investire in Borsa.

Gli strumenti giusti per investire in Borsa

Facciamo un esempio concreto. Se vuoi investire nel cambio euro / dollaro chiami la tua banca perché ti consegnino domani dei bei bigliettoni verdi? Questo lo fai se devi andare in vacanza negli States ma se devi investire sul forex sottoscrivi un derivato sulla coppia euro / dollari, senza farti mandare a casa i bigliettoni. E allora, se vuoi investire in Borsa che fai? Sottoscrivi strumenti derivati, come ad esempio altri strumenti di trading o CFD, non vai dietro alla chimera di acquistare azioni. Purtroppo la possibilità che molte banche danno di acquistare direttamente azioni è una fonte di perdite per molti aspiranti investitori in Borsa. Dopo tutto, il termine parco buoi descrive bene la vita di questi pseudo-investitori: subissati di commissioni (ricordiamo che altri strumenti di trading e CFD non sono soggetti a commissioni), sono destinati al macello al primo capriccio dei mercati azionari. Chi detiene direttamente azioni è destinato a subire gigantesche perdite nel momento in cui il mercato inizia a scendere. La cosa peggiore in assoluto è che tutto quello che può fare è vendere il titolo, accettando le perdite e mettersi l’anima in pace. Oppure continuare a detenere il titolo azionario, con il rischio che il suo valore scenda ulteriormente. In un modo o nell’altro, i membri del parco buoi perdono soldi a palate e sono una vera e proprio manna dal cielo per le banche di cui sono clienti, che si pappano fior fiore di commissioni.

I trader per cui l’investimento in Borsa è vincente, invece, sono coloro che appunto usando altri strumenti di trading o CFD (a seconda delle preferenze personali) per fare trading in Borsa. In questo caso possono guadagnare sia quando la Borsa sale sia quando la Borsa scende, ovviamente se sono in grado di prevedere con una minima approssimazione qual è il movimento del mercato.

Questo ci fa capire come per guadagnare davvero quando si investe in Borsa è fondamentale fare la scelta giusta. Ma detto per inciso, non è certo una scelta difficile. Un’altra scelta fondamentale che rende conveniente l’investimento in Borsa è la scelta della piattaforma. Chi sceglie piattaforme di trading in Borsa sicure e affidabili è destinato a guadagnare soldi, chi invece sceglie piattaforme non autorizzate è destinato a perdere tutto e velocemente. Ma questo, in fondo, lo sappiamo tutti e forse non è nemmeno necessario insistervi troppo.

E la preparazione personale conta o non conta? La preparazione conta parecchio per investire in Borsa ma c’è da dire che imparare a fare trading con le altri strumenti di trading o con i CFD è davvero semplice. Quello che conta davvero e l’impegno personale, il fatto di crederci fino in fondo. Chi ci crede e si impegna, studia. E chi studia diventa esperto e poi guadagna.

Sembra facile fare soldi con la Borsa? In effetti lo è, se uno si impegna e fa le scelte giuste è facile.

Copyop – Perché dovreste iniziare a fare trading?

Risparmiare più tempo, divertirsi e fare più soldi in modo molto più facile! Non lo vorreste? Bene, ora potete avere tuto ciò! La piattaforma Copyop offre esattamente questo e anche di più! Continuate a leggere e scoprite! Se non avete ancora sentito parlare di questa piattaforma, è perché è stata lanciata solo recentemente. Quello che dovete sapere è che propone una nuova esperienza di trading, che è molto più di quanto avete mai sognato! In sostanza essa permette di effettuare operazioni di successo, ottenere profitti più elevati e interagire per ottenere consigli tutto in un sistema. Per fare più soldi, potrete copiare le posizioni di altri traders, e questo si può fare con soli pochi click! Inoltre, è possibile interagire con tutti coloro che sono online sulla piattaforma e condividere con loro idee e approfondimenti, il che è grande!

banner1cop

Allora, perché dovreste scegliere Copyop?

É gratuito!
Sì, non ci sono costi per l’iscrizione, e la procedura è molto semplice e richiede non più di 5 minuti. È possibile registrarsi con il proprio account Facebook o AnyOption, dato che Copyop è stato sviluppato dai creatori di AnyOption.

É per tutti!
Non c’è bisogno di alcuna esperienza per fare trading con Copyop, dato che le operazioni verranno copiate da altri investitori. Tuttavia, se si desidera fare trading in modo indipendente, avete anche questa opzione. Pertanto il sistema permette di ottenere ulteriori soldi attraverso le altri strumenti di trading, indipendentemente dal fatto che non siate professionisti esperti, il che è abbastanza impressionante, una buona notizia per i principianti.

É divertente!
Copyop è il gruppo di trading più energizzante. Vivete l’esperienza di minuti energizzanti, come seguire i traders copiare o guardare, offrendo il vostro movimento di trading progressivamente con i vostri amici di Facebook, o semplicemente ricevendo un messaggio felice nel mezzo di una giornata di lavoro estenuante: questo signore scrupoloso ha semplicemente fatto del trading in modo efficace per voi.

100$ gratis per il trading. Iscrivetevi ora!

Affidabilità
Tutte le informazioni sono al 100% genuine e precise. I dati sui prezzi e le tariffe di scadenza sono da Thomson Reuters, il che garantisce affidabilità.

Funzionalità interessanti
Copyop offre ancora più modi di fare soldi, come ad esempio la possibilità di guadagnare punti Copyop e convertirli in denaro. Questi punti possono essere guadagnati attraverso diversi metodi, come ad esempio facendo in modo che le vostre operazioni vengano copiate da un trader oppure raccomandando una piattaforma a qualcuno.

Utili molto buoni
Si può ottenere fino al 60% quando si copiano le operazioni e fino all’ 80% e anche di più, se operate in maniera indipendente. Vi sono anche i tassi di restituzione: 10% per le operazioni copiate e fino al 25% per quelle indipendenti.

Prelievi gratuiti
Ogni mese, ogni operatore ha diritto a un ritiro gratuito, che altrimenti è addebitato con 30 euro.

Vasta gamma di assets
Tutte le quattro categorie di assets sono disponibili sulla piattaforma. Certamente troverete la vostra favorita tra questi, in modo che potrete usarla per fare del trading.

Efficace assistenza clienti
Qualsiasi problema abbiate, può essere inviato al servizio di assistenza clienti, che vi fornirà assistenza a qualsiasi ora.

Ultima parola
Anche da questa breve rassegna, sono sicuro che siete riusciti a capire quanto sia meravigliosa questa piattaforma . In pratica essa offre tutto ciò di cui un trader ha bisogno e anche di più. Non perdete la possibilità di iscrivervi senza alcun costo, di fare più soldi molto più facilmente e velocemente, semplicemente copiando altri operatori; di socializzare con le persone che hanno i vostri stessi interessi, e in generale, di prendere parte ad una esperienza di trading straordinaria. Non perdete altro tempo e iscrivetevi subito!

banner1cop